Antivirus gratuito o a pagamento?

Nel precedente post, abbiamo visto come uno strumento necessario nell’ambiente di lavoro come un antivirus, possa essere utile se non necessario anche in un device come uno smartphone.

La domanda che spesso ci viene posta è: “ma perché devo pagare un antivirus, quando posso scaricarne uno gratuito?”.

Tralasciando tutta la parte di licenza che imporrebbe l’uso di antivirus gratuiti solo per uso personale e non in ambiente business, bisogna porre l’attenzione sulle caratteristiche che un antivirus a pagamento ha e che nelle versioni gratuite invece mancano.

Intanto parliamo di Suite di sicurezza.

Così com’è riduttivo, infatti, parlare di “virus”, bisogna infatti capire che come esistono diverse categorie e tipologie di minacce (malware, spyware, virus, botnet, worm etc…), esistono diverse suite di protezione e, per ogni versione, vi sono di conseguenza le protezioni di cui abbiamo bisogno che posso essere più o meno comprensive .

Una Suite antivirus possiede al suo interno diverse componenti, alcune sistemistiche che servono per garantire il buon funzionamento dello stesso cercando di impattare il meno possibile sulla macchina che li ospita sia come performance che come funzionalità, e alcune di protezione che poi sono le più evolute e le più diversificate.

Lo sviluppo costante di queste protezioni e la copertura totale delle diverse specie di minacce, possono essere garantite solo da un’azienda che opera nel settore da decenni e che può vantare innumerevoli riconoscimenti per la sua efficacia.

Panda Endpoint Plus, racchiude tutte queste caratteristiche ed è per questo che viene proposto tra i nostri prodotti di punta.